prodotti antiparassitari gatti

I gatti sono animali indipendenti, intrepidi e molto curiosi.

Riescono a intrufolarsi anche nei posti più impensabili e, soprattutto con l’arrivo della bella stagione, non perdono attimo per poter sgattaiolare all’aria aperta, che si tratti di un semplice balcone o di un grande giardino, poco importa.

Strisciando tra i divani o buttandosi per terra ovunque si trovino, sono particolarmente a rischio da aggressioni esterne, come quelle da parte di particolari e noiosi ospiti: zecche, pulci, pidocchi e così via.

Proprio così, nonostante la loro indole predatoria, anche loro si ritrovano spesso a essere delle vittime, soprattutto per quanto riguarda le pulci.

I parassiti non provocano soltanto fastidiosi pruriti, ma hanno anche la capacità di infondere patologie dannose e apparentemente silenti, non solo per gli animali della casa, ma anche per tutti gli altri esseri viventi con cui sono a stretto contatto.

Nei peggiori dei casi si può incorrere in: leishmaniosi, filarosi cardiopolmonare e erhlichiosi.

 

Come riconoscere pulci e zecche

Le pulci sono veri e propri parassiti esterni che compiono la loro vita prettamente sul corpo del gatto, dove mangiano e depongono uova che con il tempo si schiudono rischiando di cadere e infestare anche le zone circostanti, come tappeti, divani o la cuccia stessa del micio.

Possono portare malattie e sono perlopiù molto fastidiose.

Le zecche sono invece più infime, si insinuano nello strato del derma dell’animale con lo scopo di succhiargli il sangue per nutrirsi. Anch’esse possono portare a gravi danni di salute e, pensate, hanno la capacità di deporre migliaia di uova in una sola volta!

Non è facile riconoscere i sintomi della presenza di questi ospiti sgradevoli, ma con un’accurata attenzione sarà possibile riuscire a intervenire in tempo.

I segnali possono essere molteplici: se il gatto continua a grattarsi insistentemente su qualche punto preciso o si lecca in continuazione fino a sfoltire il pelo della zona interessata, beh, c’è qualcosa che non va.

Non solo, è vero che risulta difficile vedere le pulci poiché troppo veloci per essere scoperte, ma è possibile notare tra il pelo dell’animale, dei puntini neri che rappresentano le feci di questi odiosi esserini.

Per quanto riguarda le zecche, essendo più grandi è nettamente più facili da identificae. Risiedono solitamente nella zona relativa alla testa, collo e schiena dell’animale e il rischio di prenderle aumenta con la presenza di vegetazione.

Se il vostro gatto è abituato a stare all’esterno delle mura domestiche è bene sempre controllarlo quando rientra casa.

 

La parola magica per combattere i parassiti? Prevenzione!

Come per ogni situazione la prevenzione sta alla base di ogni cosa.

Si tende a pensare spesso che l’antiparassitario debba essere utilizzato esclusivamente dopo aver riscontrato la presenza di insetti nel pelo del nostro animale oppure che il problema debba essere preso in considerazione solo nella stagione più calda, quando in teoria i parassiti proliferano di più.

Questa idea non rispecchia proprio la realtà. È molto facile, che i parassiti si moltiplichino anche negli ambienti riscaldati come quelli delle case in inverno piuttosto che all’aria aperta, lo sapevate?

Quindi il vostro micetto dovrà essere protetto durante tutto l’anno, non solo quando ormai è troppo tardi e il danno è avvenuto.

 

Fialette, shampoo, collarini, spray …a voi la scelta!

antiparassitari gatti

Sono moltissimi i prodotti indicati per combattere e prevenire l’invasione degli insetti, potrete scegliere di provarne diversi e vedere quale di questi è più consono e più efficiente sulla base delle esigenze vostre e del vostro piccolo felino. Vediamo qualche esempio:

  • Il Frontline Combo Spot On Per Gatti è forse quello più famoso, è una pipetta che protegge totalmente da pulci, zecche e pidocchi. Come somministrare il prodotto? Semplice, basterà eliminare il tappino e allargare i peli sul dorso del soggetto interessato in modo tale da coprire esclusivamente la cute. Non va iniettato, va solo distribuito in vari punti del collo e schiena. Se il vostro gatto è di indole nervosa o agitata tanto da impedirvi di procedere con il trattamento, provate a prenderlo alla sprovvista e approfittatene di un momento di distrazione: un attimo in cui è particolarmente coccoloso o troppo concentrato a mangiare.
  • Gatti Spray Trixie Ardap invece, è un antiparassitario spray a effetto immediato e duraturo. L’applicazione è leggermente più lunga e complicata (soprattutto se per le mani avete gattoni di 10 kg e super pelosi), questo perché deve essere distribuito su tutto il corpo con un massaggio facendo attenzione a coprire ogni singola zona. È consigliato l’utilizzo dei guanti.
  • Seresto Collare Antiparassitario è sicuramente il più comodo e semplice da utilizzare, anche se i gatti sono spesso restii al collarino e a tutto ciò che dia loro la sensazione di essere “legati”. È un prodotto inodore, regolabile e a rilascio graduale dei principi attivi atti a eliminare completamente gli ospiti indesiderati. 

Insomma, come per i cani anche per questi fantastici amici è necessario munirsi dei giusti prodotti per permettergli di avere una vita sana, tranquilla e priva da fastidi o, peggio, di gravi problemi di salute.

Fate attenzione a tutti i possibili segnali che il vostro gatto è in grado di emanare, solo in questo modo sarà possibile risolvere il problema velocemente. Essendo molto indipendenti e autosufficienti, difficilmente hanno la volontà di far vedere i propri malesseri, ma con le giuste precauzioni e il giusto interesse riuscirete a liberarlo dalla tortura derivata dai parassiti.

La loro vita è nelle vostre mani, non dimenticatevelo!

Qualche antiparassitario per gatti in più…